Archivi categoria: Uncategorized

il motorino del Succiacapre

Un parente stretto dei nittibi (di cui vi ho parlato nello scorso articolo), nostro compaesano, è il Succiacapre (Caprimulgus europaeus). Entrambe le specie hanno abitudini notturne e appartengono all’ordine dei Caprimulgiformi.

Uno dei particolari più impressionanti del Succiacapre è la sua gigantesca bocca che gli è valsa anche la sua particolare denominazione: infatti si pensava che si nutrisse del latte degli animali al pascolo dato che spesso lo si scorgeva nei pressi delle mandrie.
La realtà dei fatti non può che essere più lontana in quanto il Succiacapre si nutre di insetti (che spesso accompagnano, appunto, le mandrie). Una bocca spropositatamente grossa è un adattamento per potersi nutrire di insetti grossi, come le falene!

4642_1141884436759_5975965_n

La sua bocca da drago, però, non è la sua sola particolarità. La caratteristica che più mi fa sorridere del Succiacapre è il suo richiamo (questo in particolare l’ho trovato sul sito http://www.xeno-canto.org/ in cui si possono trovare i canti di tantissimi uccelli) che, fin dal primo momento che l’ho sentito, mi ha fatto subito pensare ad un motorino.
Avete presente i vecchi motorini tipo Ciao? Quelli che si mettevano in moto a pedali e quando scendevano troppo di giri di spegnevano emettendo un suono caratteristico?
Ecco, chi li ha progettati deve per forza aver ascoltato almeno una volta il richiamo di un Succiacapre perchè il suono è esattamente lo stesso!

trovate il canto del Succiacapre QUI, mi raccomando, ascoltatelo fino alla fine! 😛

Annunci